Cannatuna siciliani

Una frolla molto semplice, realizzata con pochi ingredienti, molto antica che le nonne e le mamme preparavano con le loro mani in tempi lontani per portare nelle tavole un dolce simbolo della Pasqua.
Un rito che ogni anno qualche giorno prima di Pasqua si ripeteva e in molte case ancora si ripete, per i più piccoli quando trovavano i “cannatuna cun l’ova” in tavola era subito gioia.
Amante delle tradizioni quale sono, non potevo non adottare questa meravigliosa tradizione far si che nonostante la lontananza dall’amata Sicilia il mio compagno rivivesse momenti, ricordi, sapori e profumi d’infanzia.
La semplice frolla è decorata con la glassa (ghiaccia reale) adornata e impreziosita anticamente con le uova di gallina oggi anche  con codette, diavoletti o zuccherini e tante uova di cioccolato.

Vi lascio il link diretto al video freccia-immagine-animata-0032https://www.youtube.com/watch?v=rHNu_nwF-_Q

vi invito a mettere like per sostenere la crescita del mio canale, lasciare un commento se vi va e per chi non l avesse ancora fatto iscrivetevi al canale.

Ingredienti:
500 g farina 00

150 g strutto

125 g zucchero semolato

1 bustina di vanillina

1 bustina di lievito per dolci

latte tiepido q.b (gli intolleranti possono sostituirlo o con il latte senza lattosio con percentuale 0,01% oppure con una bevanda vegetale).

Per la glassa:
1 albume d’ uovo

zucchero a velo q.b

Per la decorazione:
codette

diavoletti

zuccherini di varie forme

uova sode (precedentemente cotte)

ovetti di cioccolata a piacere a latte o fondenti

Preparazione:

Sulla tavola da lavoro versare la farina formando la classica fontana in cui all’interno disponete lo strutto e lo zucchero che andranno dapprima lavorati insieme in modo tale da far in modo che lo strutto si fonda bene con lo zucchero e poi incorporando a poco a poco la farina, la vanillina e il lievito entrambi precedentemente setacciati, aggiungere a filo il latte tiepido e impastare il tutto fino ad ottenere un impasto compatto.

Avvolgete nella pellicola e fate riposare per circa 30 minuti in frigorifero.

Riscaldate il forno a 180°, funzione ventilata.

Decorso il tempo di riposo infarinate la spianatoia, stendete con il mattarello la pasta e create le forme che desiderate con delle formine in metallo, in plastica o in cartoncino.

Le classiche sono le colombine, i panieri, coniglietti, il cuore che tradizione voleva la fidanzata regalava al proprio fidanzato e come decorazione avevano due uova sode colorate.

Se decidete di realizzare il cannatuna con l uovo sodo occorrerà adagiarlo al centro (una volta raffreddato ,dopo averlo cotto per 10′ in acqua bollente) e rivestitelo con delle strisce di pasta frolla, per farle aderire spennellate poco poco d’acqua e fare una leggera pressione con le mani in modo da chiuderle bene.

Disponete i biscotti ottenuti su una teglia rivestita di carta forno, infornate e fate cuocere per circa 12/15 minuti a 180° funzione ventilata, i biscotti dovranno avere una doratura leggera e uniforme.

A seconda dei gusti, se vi piace un biscotto croccante e friabile fate cuocere qualche minuto in più.

Nel frattempo che i biscotti sfreddano preparate la glassa, lavorando un albume con lo zucchero a velo quanto basta per avere un composto fermo non liquido e nemmeno troppo solido.

Stendere con una spatolina sui biscotti spalmandolo bene, decorate con le uova di cioccolata e i vari zuccherini e diavoletti.

Se volete scoprire altre ricette siciliane cliccate su  Rustici siciliani di pasta lievitata  ;,Anelletti siciliani al forno con zucca e funghi   Arancine di riso

Questo sito usa cookie di analytics per raccogliere dati in forma aggregata e cookie di terze parti per migliorare l'esperienza utente. Generalmente i servizi non rilasciano cookie a meno che l'utente non usi espressamente il servizio Acconsento