Straccetti di tacchino in salsa

Il sapore ricco della pancetta affumicata e del lardo si uniscono con la semplicità delle fette di tacchino, sfumate con una buona Vernaccia di Oristano, il tutto spolverato con una manciata di origano fresco e pepe nero.

Gli straccetti di tacchino sono un secondo piatto semplice, perfetto per la cena o per un pranzo settimanale.

Potete arricchirli con della mozzarella fresca grattugiata al posto del parmigiano o se preferite con del formaggio a pasta molle filante.

Ingredienti:

  • 700 g di petto di tacchino
  • olio evo q.b
  • 1 pomodoro maturo
  • 1 cipolla
  • 1 spicchio d’aglio
  • 200 g pancetta affumicata
  • lardo q.b
  • polpa di pomodoro (all’incirca 3 cucchiai)
  • 200 ml Vernaccia o vino bianco
  • 350 g parmigiano reggiano (stagionato oltre i 40 mesi per gli intolleranti)
  • origano
  • sale
  • pepe

Preparazione:

Tritate finemente la cipolla e l’aglio e fateli imbiondire in una padella antiaderente con un filo d’olio evo, girate fino a che la cipolla non diventa trasparente.

Lavate e affettate un pomodoro, aggiungetelo alla cipolla e all’aglio e fate cuocere fino a che non si ammorbidisce bene perdendo così la sua forma e consistenza, tenete la fiamma bassa.

Aggiungete la pancetta affumicata precedentemente resa a cubetti e fatela dorare bene.

Infine aggiungete il tacchino, salate, spolverate il pepe nero e fate rosolare bene fino a che non prende colore.

Sfumate con 1/2 bicchiere di vino bianco e continuate la cottura a fuoco lento.

Versate la polpa di pomodoro e l’origano, continuando la cottura fino a che non sarà ristretto il sughetto.

Accendete il forno a 180° funzione statica.

Cospargete il fondo di una pirofila con il parmigiano (o mozzarella se preferite), versate gli straccetti di tacchino facendo un bello strato livellato e uniforme, sopra versate altro parmigiano abbondante e se volete della mozzarella grattugiata.

Infornate e fate gratinare bene per circa 8 minuti.

Sfornate, fate leggermente raffreddare e servite.

 

Vi auguro una buona preparazione e come sempre vi dò appuntamento al prossimo articolo.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More