Sa zuppa

Sa zuppa o is zuppasa sono un piatto tipico dell’antica cucina sarda. Veniva preparato dalle sapienti mani de “Is Massaiasa” , le massaie, che in tempi antichi per sfamare la famiglia inventavano con pochissimi ingredienti a loro disposizione piatti molto gustosi.

Questo piatto non è molto conosciuto fuori dalla Sardegna, qui da noi viene ancora preparato, spesso rivisitato e arricchito con ingredienti che lo rendono sempre più gustoso.

E’ un piatto semplice, che adoro preparare anche durante la settimana, il segreto del gusto sta nel buon brodo di carne, che come ci insegnano le nostre antenate occorre preparare il giorno prima per far si che “il riposo” faccia si che il brodo acquisisca bene il sapore della carne.

Ingredienti:

  • 1,5 l di acqua
  • 1 carota
  • 1 gambo di sedano
  • 1 cipolla
  • 2 pomodori secchi
  • prezzemolo q.b
  • cane di pollo e manzo (per il brodo)
  • sale q.b
  • olio evo q.b

Per gli strati:

  • pane raffermo di grano duro (civrasciu possibilmente)
  • pecorino sardo grattugiato

Per il sugo:

  • 700 g di passata di pomodoro
  • basilico
  • prezzemolo
  • cipolla
  • 2 spicchi d’aglio
  • olio evo
  • carne a vostro gusto

Preparazione:

Tagliate le verdure e versatele nell’acqua, aggiungendo la carne, i pomodori secchi, un filo d’olio evo e fate cuocere per 1 oretta circa, ricordatevi a fine cottura di aggiungere il sale.

Preparate un buon sughetto di carne a vostra scelta, facendo rosolare bene una cipolla con due spicchi d’aglio, appena saranno rosolati bene aggiungete la carne e fate cuocere, sfumate con 1 bicchiere di vino bianco.

 

A metà cottura aggiungete la passata di pomodoro, fate cuocere a fuoco basso per 40/45 minuti, salate e girate di tanto in tanto, a cottura ultimata aggiungete il prezzemolo e il basilico.

Tagliate le fette di pane raffermo dello spessore di circa 1,5 cm, spennellate della margarina o del burro in una pirofila.

Preriscaldate il forno a 180°. Disponete le fette di pane raffermo sulla pirofila,versate un mestolo di brodo in modo che il pane vengo tutto bagnato e un bel mestolo di sugo, versate a pioggia il pecorino in quantità generosa.

Ripetete per circa due o tre strati , infornate e fate cuocere per 30/35 minuti circa, finché non risulterà ben dorato.

Fate leggermente raffreddare e servite accompagnata da un buon vino rosso casereccio, una bella fetta di formaggio sardo stagionato, due olive visto che è periodo e vivrete un pasto tipico sardo.

Un buon appetito a tutti e vi aspetto come sempre al prossimo articolo

 

Questo sito usa cookie di analytics per raccogliere dati in forma aggregata e cookie di terze parti per migliorare l'esperienza utente. Generalmente i servizi non rilasciano cookie a meno che l'utente non usi espressamente il servizio Acconsento