Crostatine con salsiccia e cipolle

La ricetta di oggi è pensata per la bella stagione, per le gite fuori porta, per le scampagnate, ma anche per l’imminente pranzo di Pasqua e Pasquetta.

Un’idea salata ricca di gusto, data dalla dolcezza della cipolla bianca e dall’intensità e decisione della salsiccia aromatizzata al finocchietto selvatico.

Ingredienti:

  • 1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare
  • 2 uova ( per spennellare sopra)
  • 300 g salsiccia al finocchietto selvatico
  • 2 cipolle bianche
  • 2 cucchiai di parmigiano reggiano (stagionato oltre i 30 mesi per gli intolleranti)
  •  due foglie di alloro
  • 1/2 bicchiere di vino rosso
  • olio evo
  • sale

Per gli stampini:

  • margarina e farina

Sbucciate e affettate le cipolle sottili sottili, fatele rosolare in una padella con un filo d’olio evo caldo per una ventina di minuti circa a fuoco basso bagnando con poca acqua.

Aggiungete la salsiccia dopo averne precedentemente eliminato il budello e schiacciato la polpa con una forchetta, fatela cuocere per una decina di minuti circa aggiungendo due foglie di alloro  e sfumate con  1/2 bicchiere di vino rosso o semplicemente con acqua.

Trasferite la salsiccia e le cipolle in una ciotola, aggiungete l’ uovo sbattuto, un pizzico di sale, il parmigiano e  amalgamate bene il tutto fino ad ottenere un composto omogeneo.

Srotolate la pasta sfoglia, con un taglia pasta rotondo ritagliate i dischetti, imburrate e infarinate gli stampini e rivestiteli con la pasta sfoglia.

Versate il composto all’interno facendo attenzione a livellarlo bene, decorate o con le classiche strisce a griglia oppure con uno stampino simpatico (essendo a ridosso della Pasqua e avendola pensata come una ricetta a tema pasquale ho ricavato dei coniglietti e gli ho posizionati al centro delle crostatine).

Infornate e fate cuocere a forno preriscaldato per 20/25 minuti circa affinchè raggiungano la giusta doratura.

Sfornate, fate leggermente raffreddare e togliete dagli stampini.

Servite ancora caldi, accompagnati da un buon bicchiere di vino rosso.

Vi auguro una buona preparazione e vi dò appuntamento come sempre al prossimo articolo.

 

 

 

Questo sito usa cookie di analytics per raccogliere dati in forma aggregata e cookie di terze parti per migliorare l'esperienza utente. Generalmente i servizi non rilasciano cookie a meno che l'utente non usi espressamente il servizio Acconsento