Cannalichi di Salemi

Il loro sapore riporta un pò tutti indietro nel tempo, quando per Natale ci si riuniva nelle case dei nonni e fra un gioco e l’altro le nonne e le mamme impastavano e sfornavano questi deliziosi biscottini, “i Cannalicchi”, dal forno usciva un profumo unico che rendeva magico il Natale.

Non è una favola, ma un racconto di vita, questa ricetta, viene dalla Sicilia occidentale, da Salemi, il paese del mio fidanzato Pietro, come sapete amo le tradizioni e questa volevo farla conoscere a tutti voi affinchè possiate prepararli con i vostri bambini, sorelle, amiche e vivere questo momento di festa tutti insieme.

Ingredienti:

  • 1 kg di farina 00
  • 150 g margarina vegetale
  • 125 g zucchero semolato
  • 1 bustina di lievito per dolci San Martino
  • 1 bustina di vanillina
  • latte q. b (potete utilizzare un latte vegetale)

Per il ripieno:

  • fichi secchi macinati
  • 1 mandarino (la buccia)
  • 1 arancio biologico (la buccia)
  • 1 limone (la buccia)
  • mandorle q.b
  • noci q.b
  • cioccolato

Preparazione:

Impastate la margarina (a temperatura ambiente da due ore circa) con lo zucchero, aggiungete piano piano la farina setacciata con lo zucchero e impastate versando latte tiepido quanto basta per ottenere un’impasto compatto. Formate una palla, avvolgetela nella pellicola e fatela riposare per almeno 1 oretta.

Preparate il ripieno con i fichi secchi macinati, le mandorle e le noci tritate, il miele, la buccia grattugiata di un limone, di un mandarino e di un’arancio e il cioccolato, amalgamate bene il tutto.

Passato il periodo di riposo stendete la pasta con il mattarello sulla spianatoia infarinata, con il taglia pasta ricavate dei cerchi , riempite con il composto di fichi, chiudetelo e arrotolatelo, formate un ferro di cavallo, appiattitelo leggermente e con l’aiuto di un coltellino fate tre incisioni, la quarta  come un taglio.

Preriscaldate il forno a 180° funzione statica, rivestite una teglia di carta da forno e riempite di Cannalicchi distanti l’un l’altro.

Fate cuocere per una decina di minuti fino a che non avranno raggiunto una doratura omogenea.

Sfornate e spolverate con lo zucchero a velo.

Servite ancora caldi per gustare appieno tutta la loro bontà e la loro magia natalizia.

 

Come sempre vi auguro una buona preparazione e vi dò appuntamento al prossimo articolo.

 

 

Questo sito usa cookie di analytics per raccogliere dati in forma aggregata e cookie di terze parti per migliorare l'esperienza utente. Generalmente i servizi non rilasciano cookie a meno che l'utente non usi espressamente il servizio Acconsento