Mini strudel alle mele cotogne

Mele cotogne, un frutto di stagione “dimenticato”, una via di mezzo fra una mela e una pera,  ricco di proprietà benefiche, proprio grazie a quest’ ultime negli ultimi anni sta prendendo piede la commercializzazione anche nella grande distribuzione.

E’un frutto che per il consumo deve essere precedentemente cotto, o in forno o in una padella con dell’acqua e zucchero, il suo profumino richiama antichi sapori d’autunno.

Oggi prepariamo gli strudel di mele cotogne, una variante del classico strudel di mele, ma con un tocco autunnale, un sapore delicato che richiama alla mente antichi sapori.

Ingredienti:

  • 4 mele cotogne 1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare
  • uvetta
  • nocciole
  • 1 uovo
  • zucchero di canna q.b
  • 2 savoiardi
  • marmellata 1 cucchiaio a vostro piacere

Preparazione:

Sbucciate le mele cotogne, tagliatele a pezzetti e adagiatele in un tegame, versate l’acqua fino a coprirle e aggiungete due cucchiai di zucchero di canna e una spolverata di cannella in polvere. Fate cuocere a fuoco medio per 15 minuti.

A cottura ultimata ponetele a scolare in un colino, non deve esservi acqua di cottura.

Mettete l’uvetta in ammollo per una decina di minuti, poi strizzatela bene.

Trasferitele in una ciotola capiente, aggiungere un cucchiaio di marmellata (io ho usato quella di susine), sbriciolate due biscotti savoiardi,l’uvetta  e le nocciole tritate finemente, amalgamate bene il tutto con un cucchiaio di legno.

 

Srotolate la pasta sfoglia e dividetela in due per la lunghezza, versate nella metà di ciascuna parte il composto e chiudete avvolgendo prima un lato poi l’altro spennellandovi bene l’uovo.

 

Tagliate dei rettangoli non precisi e regolari e adagiateli sulla teglia del forno, infornate e fate cuocere per 20 minuti a forno preriscaldato a 180° funzione ventilata.

Sfornate, lasciate leggermente intiepidire e gustateli per merenda o per una colazione sana e nutriente.

Vi aspetto al prossimo articolo.

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More