Meringhe, bianchini sardi

Pochi e semplici ingredienti per dar vita a dei dolcetti invitanti e sempre molto apprezzati.

Noti a tutti come meringhe, in Sardegna li chiamiamo bianchini “sardi” o biancheddusu, non mancano mai nel completare un vassoio di dolci tipici sardi e sono perfetti in ogni occasione.

Esistono tante varianti, aromatizzati alla fragola, al cioccolato, con le mandorle all’interno, oggi ho preferito condividere con voi la ricetta base che fra l’altro è molto utile è utilizzata per decorare dolci o farcirli come la famosissima torta meringata o le crostate meringate, le millefoglie con crema alle meringhe e tanto altro ancora.

Ingredienti:

3 Albumi

300g Zucchero semolato

Scorza di un limone biologico

Diavoletti o codette per la decorazione

Preparazione:

Separate i tuorli dagli albumi, con l’aiuto delle fruste elettriche montante gli albumi a neve ben ferma con metà dello zucchero semolato per circa 10’/12′ a velocità media.

Successivamente aggiungete la restante parte dello zucchero e continuate a montare per altri 10′ fino a che il composto non risulterà bello compatto e non liquido.

Per ultimo aggiungete la scorza del limone bio grattugiato e fate lavorare per altri 5′ circa.

Preriscaldate il forno a 90° funzione statica.

Rivestite una teglia capiente con la carta forno, trasferite il composto in un sac à poche con il beccuccio preferibilmente rigato e iniziate a creare le meringhe. Vi consiglio di farle medie, non troppo grandi, decorate con i diavoletti.

Infornate, fate cuocere per 45′ funzione statica a 90°.

Sfornate, lasciate intiepidire e i vostri bianchini sono pronti per essere gustati.

lascia un commento

Questo sito usa cookie di analytics per raccogliere dati in forma aggregata e cookie di terze parti per migliorare l'esperienza utente. Generalmente i servizi non rilasciano cookie a meno che l'utente non usi espressamente il servizio Acconsento