Ciambella dei Re Magi

Siamo arrivati al 6 gennaio, l’Epifania, come tradizione vuole, una strana vecchietta nella notte fra il 5 e il 6 gennaio lascia a tutti i bambini caramelle, dolcetti e regalini.
Adoro le tradizioni e ogni anno mi piace preparare la calza a tutti i miei cari, basta poco, cose semplici ma fatte con il cuore e tanto voglia di vedere un piccolo sorriso nel viso delle persone che amiamo.
L’anno scorso avevo preparato la Calza della befana di pasta frolla, crema pasticcera e pandoro (ideale anche per riciclare un po’ di pandori delle feste appena trascorse), qualche anno prima ho preparato la Calza della befana salata ,ripiena di piselli e macinato, la Calza della Befana a pannolenci, i biscottini. Quest’anno ero indecisa fra la ciambella dei Re Magi e il trenino della Befana, ho optato per la prima, così da poterla gustare sia a pranzo del 6 sia nelle colazioni dei giorni a seguire.
Ingredienti:
3 uova intere
250 g farina 00
170 g zucchero semolato
60 g miele
80 ml olio di semi
80 ml latte (ho usato quello di soia)
1 bustina di lievito per dolci
Scorza di 1 arancio biologico
Ciliegie candite
Canditi vari
Mandorle pelate
Preparazione:
Dopo aver separato i tuorli dagli albumi montare questi ultimi a neve ferma.
Lavorare i tuorli con zucchero, aggiungere l’olio a filo sul composto, il latte e il miele e la scorza dell’arancio, ottenendo così un’impasto liscio.
Preriscaldate il forno a 180° funzione ventilata.
Setacciate la farina con il lievito e aggiungete un pizzico di sale.
Incorporate lentamente al composto, poi con una spatola di legno aggiungete gli albumi montati a neve, procedendo dal basso verso l’alto, tagliuzzate un po’ di canditi e aggiungeteli.
Imburrate e infarinate uno stampo da ciambellone, versate il composto, decorate con le ciliegie candide, le mandorle e i canditi di cedro verdi.


Infornate, fate cuocere per 35′ a 180° funzione ventilata.
Fate la prova dello stuzzicadenti per verificarne la cottura.
Per la decorazione vi suggerisco di sciogliere un cucchiaio di miele a bagnomaria, spennellatelo sopra e aggiungete a piacere qualche ciliegia candita.
Vi auguro una buona e serena Epifania e vi do appuntamento alla prossima ricetta.

Mostra i commenti (2)

Questo sito usa cookie di analytics per raccogliere dati in forma aggregata e cookie di terze parti per migliorare l'esperienza utente. Generalmente i servizi non rilasciano cookie a meno che l'utente non usi espressamente il servizio Acconsento