Sformato di riso e zucca

Le festività dei Santi e dei morti e Halloween sono ormai passate e piano piano si inizia a pensare al Natale, agli addobbi, e a tante ricette a tema per vivere e assaporare al meglio l’atmosfera che questo periodo magico dell’anno ci regala.

Essendo in autunno e avendo diverse zucche da consumare ho deciso di preparare un primo piatto  con il riso. Uno sformato dal sapore delicato che può essere preparato per un pranzo in famiglia o come unico piatto in settimana.

Ingredienti per 4 persone:

  • 320 g riso Carnaroli
  • 300 g zucca
  • 1 l di brodo
  • 1  cipolla
  • 2 uova intere
  • parmigiano reggiano (stagionato oltre 30 mesi per gl intolleranti) q.b
  • provola q.b
  • olio evo
  • burro (per la teglia)
  • sale fino q.b
Ingredienti per il brodo vegetale:
  • 1 cipolla
  • 2 pomodori secchi
  • 1 carota
  • 1 patata
  • 1 gambo di sedano
  • prezzemolo q.b
  • sale grosso

Preparazione:

Per prima cosa preparate il brodo vegetale ponendo 1,5 litri di acqua in una pentola, aggiungete un pugno di sale grosso, una carota, una cipolla, pomodori secchi, prezzemolo, e fatelo raffinare per circa 45 minuti.

Lavate la zucca, eliminate la buccia con un pelapatate e tagliatela a pezzetti piuttosto piccoli.

Preparate un soffritto di cipolla, carota e sedano,fatelo imbiondire in una padella antiaderente con un filo d’olio evo, aggiungete poi la zucca precedentemente tagliata e fate cuocere il tutto per una decina di minuti.

Versate il riso, fatelo tostare e appena necessario versate a poco a poco mestoli di brodo vegetale fino a quando non raggiungerà la cottura.

Imburrate una teglia, e accendete il forno a 180° funzione ventilata.

In una ciotola capiente versate il riso, aggiungete le uova, il sale, il parmigiano grattugiato  e la provola tagliata a pezzi, amalgamate bene il tutto, versate nella pirofila, aggiungete a pioggia un bello strato di parmigiano, abbondate con da formare una bella crosticina in cottura.

Fate cuocere a 180° per 30/35 minuti. Sfornate, fate raffreddare e servite.

Vi auguro una buona preparazione e vi dò appuntamento al prossimo articolo.

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More