Cipolline in agrodolce

0 14

In tre parole, “Semplici, gustose, economiche”, perfette come contorno  da accompagnare un secondo piatto di carne, dal sapore deciso, nè troppo dolce né troppo agro , “le cipolline in agrodolce” delizieranno il palato dei vostri familiari o amici.

Sono facili da reperire e si trovano tutto l’anno, spesso le trovate giù pulite in vaschetta nei supermercati, o fresche da pulire vendute a peso nei mercati tradizionali.

Sono ottime anche come antipasto nel pranzo domenicale oppure come aperitivo rinforzato.

Potete utilizzare anche le cipolle bianche grandi se non avete le cipolline piccole, l’importante è che siano bianche e non quelle gialle, il procedimento è lo stesso occorrerà solamente spendere un po’ di tempo nel tagliarle.

Ingredienti:

  • 500 g cipolline
  • 1,5 cucchiai di zucchero semolato (potete se preferite usare quello di canna)
  • 250 ml  di vino bianco
  • 250 ml bicchiere di brodo vegetale
  • olio extravergine d’oliva
  • 2 cucchiai di aceto di vino bianco o se preferite di mele
  • Sale q.b

Per il brodo:

  • 1 carota
  • Prezzemolo
  • 1 pomodoro maturo
  • 1 cipolla
  • 1 patata

Se non avete il tempo di preparare il brodo potete utilizzare un dado di brodo vegetale.

Preparazione:

Sbucciate le cipolline e fatele bollire in acqua per 15 minuti. Scolatele e fatele soffriggere per 5 minuti nell’olio ponendole in un tegame largo in modo da contenerle in un unico strato.

Quando avranno preso colore giratele dall’altro lato affinché la doratura sia uniforme. Salate e bagnate con il vino bianco. Non  appena il vino sarà evaporato versatevi l’aceto in cui avete precedentemente sciolto lo zucchero.

Dopo qualche minuto aggiungete un mestolo di brodo, coprite e fate cuocere a fuoco basso per circa 40 minuti girando di tanto in tanto.

Se vi rendete conto che il brodo è completamente asciugato versatene altro.

Fate raffreddare prima di gustarle.

Per preparare il brodo vegetale occorre invece  cuocere in acqua e sale per 40 minuti  tutte le verdure tagliate a pezzi, al termine della cottura filtrate il brodo e insaporire con dell’olio a crudo.

Non  mi resta che augurarvi “Buon Appetito”

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.